PSICOLOGIA,  PSICOTERAPIA E MEDIAZIONE
colloquio psicologico - psicoterapia - mediazione familiare - consulenza di coppia - genitori e figli  - seduta di psicoterapia  

psicoterapia - psicologo psicoterapeuta - mediatore familiare - consulenza familiare - terapia di coppia - bioenergetica 

Studio di Psicologia, Psicoterapia - Analisi Bioenergetica, Consulenza di Coppia e Mediazione Familiare
20123 Milano, Via San Vincenzo 3 - tel. 02 58105826 - cell. 347 2593935
Zona Corso Genova, Darsena, Navigli, XXIV Maggio, De Amicis, Sant'Ambrogio, Papiniano, Solari, Olona, Coni Zugna, Cesare Correnti, Torino, Duomo

psicologia psicoterapia
 
  psicologia
  psicoterapia
  che cosa é la mf
  é dedicata a
  quanto dura
  le sue regole
  il mediatore
  disagio dei figli
  consulenza familiare
  lo studio
  chi siamo
  contatti
  psicologia
l' autostima  
lo stress  
dimagrire, peso  
la fase edipica  
la donna isterica  
il narcisismo  
il carattere  
il complesso di inferiorità  
il senso di colpa  
identità e immagine  
bambini maschi  
bambine femmine  
egocentrismo  
la nevrosi  
l'allattamento  
bambini tutto cuore  
l'anoressia  
sovrappeso obesità  
la depressione  
la paura  
attacco di panico  
disturbi dissociativi  
coronavirus  
il sintomo  
la solitudine  
la realtà  
la saggezza  
l'anziano saggio  
la creatività  
sesso e sessualità  
perversioni sessuali  
maturità sessuale  
amori dolorosi  
il fallimento del matrimonio  
liti e conflitti  
il bambino libero  
l'educazione dei figli: si, no, devi  
la motivazione  
la mente umana  
sigmund freud  
lo sviluppo psicosessuale  
transfert e controtransfert  
i meccanismi di difesa dell'Io  
lo sviluppo psicosociale  
J. Bowlby teoria dell'attaccamento  
psicoterapia inferno paradiso  
* Bioenergetica *  
bioenergetica  
psicoterapia bioenergetica  
la sua storia  
psicoterapia corporea  
energia vitale  
grazia e bellezza  
grazia e bellezza dei bambini  
genitori adeguati  
giudicare i bambini  
psiche e soma  
il grounding  
rabbia e collera  
blocchi e tensioni  
paura e rabbia  
amore e regole  
il cavalletto bio  
il corpo vibrante  
gli occhi e l'anima  
educazione vasino  
energia carattere  
illusione e realtà  
il piacere  
la malattia  
la libertà interiore  
psiche e soma  
classi di esercizi  
classi a milano  
le strutture caratteriali  
il carattere schizoide  
il carattere orale  
il carattere psicopatico  
il carattere masochista  
il carattere rigido  
il narcisismo patologico  
carattere e corpo  
la diagnosi  
corpo e psiche  
organizzazione personalità  
ideale illusione io  
psicoterapia, diffidenza e sessualità  
l'arte della psicoterapia  
proiezioni e psicoterapia  
SIAB nascita genitorialità  
Saper dire "No"  
.














 
 

home> psicologia > il fallimento del matrimonio - studio di spicologia, psicoterapia, terapia di coppia a milano

il fallimento del matrimonio

Perché in un matrimonio il conflitto è più comune dell'armonia?

Soprattutto perché quando una persona si sente inferiore all'altra il suo cuore si riempie di risentimento. La filosofia patriarcale è una gerarchia piramidale di potere. Chi sta al vertice (il padre) ha il potere assoluto, gli appartenenti a categorie intermedie ne hanno meno (madre) e chi occupa la categoria successiva, alla base della piramide (figli), non ne ha per nulla, o quasi. Nella Roma antica il padre esercitava il diritto di morte sulla moglie e sui figli. Sono passati secoli, la situazione è mutata sostanzialmente, tuttavia la giurisprudenza ha considerato le donne cittadine subordinate agli uomini fino a pochi decenni fa (Es. suffragio universale, effettivo e stabile in Europa solo dal 1946). Anche se le cose sono cambiate, l'ineguaglianza tra i sessi si insinua tra le coppie come una nebbia sottile. Il non sentirsi uguali, deteriora l'armonia nella relazione coniugale, chi si sente inferiore si carica di risentimento verso colui o colei (esistono anche situazioni invertite) si sente superiore. Questo fenomeno si presenta soprattutto in culture come la nostra, dove la coscienza dell'IO è molto sviluppata. Quando una parte deve subire un potere che non accetta, con umiliazione, il sentimento di amore iniziale evolve in odio. Nelle famiglie dove è presente l'eco della passata cultura patriarcale, le donne sono soggette ad una doppia regola morale che nega a loro il diritto ad una vita sessuale piena e appagante e, contemporaneamente, lascia l'uomo libero di soddisfare i suoi desideri. In un passato prossimo, soprattutto nella società borghese, la castità della femmina rappresentava un valore economico ragguardevole nel mercato del matrimonio, dove i genitori si avocavano il ruolo di negoziatori. Un secondo eco del passato rappresenta la gestione del patrimonio o/e delle entrate della famiglia, esercitato mediante il controllo della proprietà da parte del maschio. L'opposizione della compagna si manifesta frequentemente con il rifiuto della sessualità, con il pretesto di una indisposizione più o meno temporanea; l'uomo, come reazione, ricerca il piacere sessuale al di fuori del matrimonio. Dopo la rivoluzione degli anni 60', la doppia norma morale è andata via via affievolendosi, soprattutto tra le persone più evolute intellettualmente, ma questo cambiamento non ha attenuato il conflitto all'interno della coppia. Il problema è rappresentato dalla ricerca del potere. Fino a quando il potere entrerà nei rapporti personali, ci sarà conflitto. Nonostante ancora oggi sia favorito il sistema patriarcale, non sempre l'uomo è avvantaggiato nella lotta di potere tra coniugi. Nella realtà i conflitti familiari sono risolti frequentemente in favore di chi ha l'Io più forte ed il senso di sé più sviluppato. Per tentare di salvare l'unione matrimoniale è necessario invertire la tendenza sul piano valoriale e passare, da una lotta di potere, ad una spinta propulsiva verso il sentire della coppia. Il sistema famiglia dovrà armonizzarsi cercando al proprio interno gli elementi elastici, circolari del rapporto, nella direzione del sentire, delle sensazioni, della natura, della comunità/famiglia. Al contrario, l'aspetto legato all'essere e rappresentato dalla razionalità, dall'individualità e dalla cultura dominante, non si accorda con una società moderna che, sebbene neonata, osserva la metamorfosi della famiglia cavalcare l'onda emotiva dell'amore. Questa fase di transizione, da una cultura patriarcale a quella dell'uguaglianza nel rispetto delle differenze, necessita una buona porzione di saggezza, indispensabile per non smarrire la strada nel viaggio della vita insieme.

Dott. Cosimo Aruta
Psicologo, Psicoterapeuta, Analista Bioenergetico, Supervisore, Mediatore Familiare
Iscritto all'Ordine degli Psicologi della Lombardia con il n° 12147

Studio di psicologia, psicoterapia, consulenza di coppia, mediazione familiare a Milano

psicoterapia individuale - cura dell’ansia, della depressione, dello stress del disagio relazionale ed esistenziale

psicoterapia di coppia - meccanismi inconsci possono condizionare gioie, liti, conflitti, tradimenti e incomprensioni familiari

psicoterapia di gruppo - di analisi bioenergetica, la conduzione che si struttura anche attraverso il linguaggio del corpo

colloquio psicologico - è un incontro tra uno psicologo e una persona che lo contatta a causa di un malessere

ansia e attacchi di panico - la respirazione corta è condizionata da difese caratteriali per la sopravvivenza infantile

depressione, calo di energia - inchioda l'individuo, tristezza, sconforto, disagio, malinconia, si impossessano di lui

problemi caratteriali, relazionali - bisogno di intimità e auto espressione, paura che i due elementi possano escludersi


 

 



     

psicoterapia - sostegno psicologico - consulenza psicologica - colloquio psicologico - liti e conflitti - lo studio

P. Iva 11664040158 Dott. Cosimo Aruta, psicologo, psicoterapeuta, analista bioenergetico CBT, supervisore, mediatore familiare. Studio M.F. Via San Vincenzo 3 20123 Milano - cell. 347 2593935. Zona Corso Genova, Porta Genova, Piazza Cantore, Darsena, Navigli, XXIV Maggio, De Amicis, Sant'Ambrogio, Papiniano, Solari, Olona, Coni Zugna, Cesare Correnti, Piazza Vetra, Via Torino, Duomo. Zona, Zone: Piazza Sant'ambrogio, Via Edmondo De Amicis, Via Carducci, Via San Vittore, Piazza Cadorna, Castello Sforzesco, Brera, Via Olona, Viale Papiniano, Via Coni Zugna, Via Foppa, Via Solari, Piazza Napoli, Via Washington, Piazza Piemonte, Corso Vercelli, Piazza Baracca, Corso di Porta Vercellina, Via Boccaccio, Piazza Conciliazione, Piazza Cadorna, Corso Genova, Porta Genova, Via Cristoforo Colombo, Via Vigevano, Viale Gorizia, Darsena, Piazza XXIV Maggio, Corso di Porta Ticinese, Colonne di San Lorenzo, Via Meda, Navigli, Alzaia Naviglio Grande, Alzaia Naviglio Pavese, Piazza Carrobbio, Via Torino, Piazza Duomo, Via Orefici, Corso Magenta, Via Boccaccio, Via Vincenzo Monti, Via Meravigli, Piazza Cordusio, Piazza Missori, Corso Italia, Corso di Porta Romana, Via Molino Delle Armi, Via Santa Sofia, Viale Gabriele D'Annunzio, Via San Damiano, Viale Beatrice D'Este, Corso Venezia, Corso Monforte, Via Senato, Piazza Cavour, Via Fatebenefratelli, Piazza Meda, Viale Bligny, Via Bocconi, Viale Beatrice D'Este, Viale Sabotino. Fermata metropolitana vicina/Fermate metropolitane vicine. Linea Rossa: De Angeli, Wagner, Pagano, Conciliazione, Cadorna, Cairoli, Cordusio, Duomo, San Babila, Porta Venezia. Linea Verde: Romolo, Porta Genova, Sant'Agostino, Sant'ambrogio, Cadorna, Lanza, Moscova. Linea Gialla: Porta Romana, Crocetta, Missori, Duomo, Montenapoleone, Turati, Repubblica. Linea Blu: Washington Bolivar, Foppa, Via San Michele Del Carso, Sant'ambrogio, De Amicis, Vetra, Santa Sofia, Sforza Policlinico, San Babila, Tricolore. Studio di psicologia, psicoterapia, consulenza di coppia.
Aut. Pubbl. Ordine degli Psicologi della Lombardia. rif. nr. 08/10756 - e-mail: **info@mediazionefamiliaremilano.it**   

I documenti contenuti in questo sito sono solo a livello informativo e non vanno intesi come sostituti di una visita specialistica