*home*     -     psicologo psicoterapeuta - bioenergetica - nevrosi e tensioni - studio psicologia psicoterapia - psicoterapia - crisi di coppia 

Benvenuti! Questo sito è dedicato a  chi sente sofferenza, difficoltà nelle relazioni più importanti e desidera iniziare un percorso psicologico. E' sempre possibile migliorare la qualità della propria vita. Studio di Psicologia, Psicoterapia - Analisi Bioenergetica, Consulenza di Coppia e Mediazione Familiare
20123 Milano, Via San Vincenzo 3  -  tel. 02 58105826 - cell. 347 2593935

Zona Corso Genova, Darsena, Navigli, XXIV Maggio, De Amicis, Sant'Ambrogio, Papiniano, Solari, Olona, Coni Zugna, Cesare Correnti, Torino, Duomo

psicologia psicoterapia
 
  psicologia
  psicoterapia
  che cosa é la mf
  é dedicata a
  quanto dura
  le sue regole
  il mediatore
  disagio dei figli
  consulenza familiare
  lo studio
  chi siamo
  contatti
  psicologia
l' autostima  
lo stress  
dimagrire, peso  
la fase edipica  
la donna isterica  
il narcisismo  
il carattere  
il complesso di inferiorità  
il senso di colpa  
identità e immagine  
bambini maschi  
bambine femmine  
egocentrismo  
la nevrosi  
l'allattamento  
bambini tutto cuore  
l'anoressia  
sovrappeso obesità  
la depressione  
la paura  
attacco di panico  
disturbi dissociativi  
coronavirus  
il sintomo  
la solitudine  
la realtà  
la saggezza  
l'anziano saggio  
la creatività  
sesso e sessualità  
perversioni sessuali  
maturità sessuale  
amori dolorosi  
il fallimento del matrimonio  
liti e conflitti  
il bambino libero  
l'educazione dei figli: si, no, devi  
la motivazione  
la mente umana  
sigmund freud  
lo sviluppo psicosessuale  
transfert e controtransfert  
i meccanismi di difesa dell'Io  
lo sviluppo psicosociale  
J. Bowlby teoria dell'attaccamento  
cervello e psicoterapia  
psicoterapia inferno paradiso  
* Bioenergetica *  
bioenergetica  
psicoterapia bioenergetica  
la sua storia  
psicoterapia corporea  
energia vitale  
grazia e bellezza  
grazia e bellezza dei bambini  
genitori adeguati  
giudicare i bambini  
psiche e soma  
il grounding  
rabbia e collera  
blocchi e tensioni  
paura e rabbia  
amore e regole  
il cavalletto bio  
il corpo vibrante  
gli occhi e l'anima  
educazione vasino  
energia carattere  
illusione e realtà  
il piacere  
la malattia  
la libertà interiore  
psiche e soma  
classi di esercizi  
classi a milano  
le strutture caratteriali  
il carattere schizoide  
il carattere orale  
il carattere psicopatico  
il carattere masochista  
il carattere rigido  
il narcisismo patologico  
carattere e corpo  
la diagnosi  
corpo e psiche  
organizzazione personalità  
ideale illusione io  
psicoterapia, diffidenza e sessualità  
l'arte della psicoterapia  
proiezioni e psicoterapia  
SIAB nascita genitorialità  
Saper dire "No"  
.














 
 

home> psicologia > bioenergetica > la violenza dei genitori

la violenza dei genitori

Un campo di fiori è bello, allieta la vista, i suoi profumi rasserenano l'anima.

Un fiore ricco di colori, aperto al sole, sbocciato e cresciuto in situazioni assurde, difficili, aride, pericolose, offre stupende emozioni. Apre il cuore alla speranza, alla possibilità, alla gioia e all'amore. Anche un genitore che affonda le sue radici di figlio in un ambiente ostile, duro, difficile, può scrollarsi i toni neri e grigi per arricchirsi di colori, profumi e presentarsi così ai suoi figlioli. Si tratta di un cambiamento difficile, doloroso, lungo, impegnativo, ma ne vale la pena.

Uno sguardo lontano, privo di vicinanza emotiva dei genitori provoca nel bambino uno sguardo povero di colori espressivi.  Il contatto oculare racconta le ferite dell'anima.

Lo sguardo severo e ostile dei genitori genera nel fanciullo un'espressione timorosa, sempre in tensione, con la paura costante che ci sia in lui qualcosa che non va, qualcosa che potrebbe provocare il giudizio negativo del genitore.

La vita infantile è l'incontro con il mondo dei giganti, così appaiono gli adulti al bambino. L'ira, la rabbia eccessiva e frequente della madre o del padre è un vero shock per il fanciullo. Per tentare di superare quella triste e dolorosa situazione piange, urla, si dimena, batte i piedi. Se queste manifestazioni naturali non sono accettate dai genitori il bambino è costretto a ritirarsi dentro se, perdendo il contatto con la relazione. Ora le sue reazioni sono addomesticate, non reagisce più con naturalezza, la rimozione della sua reazione energetica procura una una contrazione dei muscoli nel tentativo di corazzarsi e "tenere dentro" le emozioni che non possono e non devono venire fuori. La scarica aggressiva e la paura si blocca in modo cronico perché altrettanto cronicamente permane l'ostilità dei genitori. Il pianto del piccolo può generare reazioni rabbiose dei genitori che spesso dicono in modo autoritario:"non piangere"; "se piangi te ne do ancora" e altre frasi d'effetto e ricche di violenza.

Questi genitori, a loro volta, da bambini avevano ricevuto severe punizioni e dolorose umiliazioni.

Diventare genitore significa entrare in contatto con il proprio figlio, con il proprio bambino interiore e con le figure genitoriali introiettate.

Se il genitore è in grado di elaborare una critica costruttiva nei confronti del comportamento violento dei propri genitori, quando si sente invaso dalla violenza introiettata (identificazione con l'aggressore) nei confronti di suo figlio, è capace di contenersi, fermarsi, radicarsi attraverso una leale autocritica. Se le tendenze violente dovessero presentarsi puntualmente come un "demone" dei propri genitori introiettati, il radicamento, cioè l'aderenza con la realtà (lui è un bambino, io sono un adulto), lo spingerà a cercare un aiuto terapeutico che gli consenta di liberarsi dalla spirale di odio e ostilità che ha subito e che non vorrebbe dedicare al proprio bambino.

Purtroppo sono rare le persone in grado di fare una autocritica che consenta di trasformare la propria aridità affettiva e rabbia emotiva in amore, così come è raro vedere un fiore spuntare dalla dura roccia, dall'asfalto o nell'arido deserto, quando accade è meraviglioso. Trasformare il furore e tutti i sentimenti negativi introiettati in amore per i figli rende padri e madri Eroi della propria esistenza.

 

 

Dott. Cosimo Aruta
Psicologo, Psicoterapeuta, Analista Bioenergetico, Supervisore
Iscritto all'Ordine degli Psicologi della Lombardia con il n° 12147

 

Studio di psicologia, psicoterapia, consulenza di coppia, mediazione familiare a Milano

psicoterapia individuale - cura dell’ansia, della depressione, dello stress del disagio relazionale ed esistenziale

psicoterapia di coppia - meccanismi inconsci possono condizionare gioie, liti, conflitti, tradimenti e incomprensioni familiari

psicoterapia di gruppo - di analisi bioenergetica, la conduzione che si struttura anche attraverso il linguaggio del corpo

colloquio psicologico - è un incontro tra uno psicologo e una persona che lo contatta a causa di un malessere

ansia e attacchi di panico - la respirazione corta è condizionata da difese caratteriali per la sopravvivenza infantile

depressione, calo di energia - inchioda l'individuo, tristezza, sconforto, disagio, malinconia, si impossessano di lui

problemi caratteriali, relazionali - bisogno di intimità e auto espressione, paura che i due elementi possano escludersi

 



     

psicoterapia - sostegno psicologico - consulenza psicologica - colloquio psicologico - liti e conflitti - lo studio

P. Iva 11664040158 Dott. Cosimo Aruta, psicologo, psicoterapeuta, analista bioenergetico CBT, supervisore, mediatore familiare. Studio M.F. Via San Vincenzo 3 20123 Milano - cell. 347 2593935. Zona Corso Genova, Porta Genova, Piazza Cantore, Darsena, Navigli, XXIV Maggio, De Amicis, Sant'Ambrogio, Papiniano, Solari, Olona, Coni Zugna, Cesare Correnti, Piazza Vetra, Via Torino, Duomo. Zona, Zone: Piazza Sant'ambrogio, Via Edmondo De Amicis, Via Carducci, Via San Vittore, Piazza Cadorna, Castello Sforzesco, Brera, Via Olona, Viale Papiniano, Via Coni Zugna, Via Foppa, Via Solari, Piazza Napoli, Via Washington, Piazza Piemonte, Corso Vercelli, Piazza Baracca, Corso di Porta Vercellina, Via Boccaccio, Piazza Conciliazione, Piazza Cadorna, Corso Genova, Porta Genova, Via Cristoforo Colombo, Via Vigevano, Viale Gorizia, Darsena, Piazza XXIV Maggio, Corso di Porta Ticinese, Colonne di San Lorenzo, Via Meda, Navigli, Alzaia Naviglio Grande, Alzaia Naviglio Pavese, Piazza Carrobbio, Via Torino, Piazza Duomo, Via Orefici, Corso Magenta, Via Boccaccio, Via Vincenzo Monti, Via Meravigli, Piazza Cordusio, Piazza Missori, Corso Italia, Corso di Porta Romana, Via Molino Delle Armi, Via Santa Sofia, Viale Gabriele D'Annunzio, Via San Damiano, Viale Beatrice D'Este, Corso Venezia, Corso Monforte, Via Senato, Piazza Cavour, Via Fatebenefratelli, Piazza Meda, Viale Bligny, Via Bocconi, Viale Beatrice D'Este, Viale Sabotino. Fermata metropolitana vicina/Fermate metropolitane vicine. Linea Rossa: De Angeli, Wagner, Pagano, Conciliazione, Cadorna, Cairoli, Cordusio, Duomo, San Babila, Porta Venezia. Linea Verde: Romolo, Porta Genova, Sant'Agostino, Sant'ambrogio, Cadorna, Lanza, Moscova. Linea Gialla: Porta Romana, Crocetta, Missori, Duomo, Montenapoleone, Turati, Repubblica. Linea Blu: Washington Bolivar, Foppa, Via San Michele Del Carso, Sant'ambrogio, De Amicis, Vetra, Santa Sofia, Sforza Policlinico, San Babila, Tricolore. Studio di psicologia, psicoterapia, consulenza di coppia.
Aut. Pubbl. Ordine degli Psicologi della Lombardia. rif. nr. 08/10756 - e-mail: **info@mediazionefamiliaremilano.it**   

I documenti contenuti in questo sito sono solo a livello informativo e non vanno intesi come sostituti di una visita specialistica