PSICOLOGIA,  PSICOTERAPIA E MEDIAZIONE
colloquio psicologico - psicoterapia - mediazione familiare - consulenza di coppia - genitori e figli  - seduta di psicoterapia  

psicoterapia - psicologo a domicilio - mediatore familiare - consulenza familiare - terapia di coppia - bioenergetica 

Benvenuti! Questo sito è dedicato a  chi sente sofferenza, difficoltà nelle relazioni più importanti e desidera iniziare un percorso psicologico. E' sempre possibile migliorare la qualità della propria vita.
Studio di Psicologia, Psicoterapia - Analisi Bioenergetica, Consulenza di Coppia e Mediazione Familiare
20123 Milano, Via San Vincenzo 3 - tel. 02 58105826 - cell. 347 2593935
Zona Corso Genova, Darsena, Navigli, XXIV Maggio, De Amicis, Sant'Ambrogio, Papiniano, Solari, Olona, Coni Zugna, Cesare Correnti, Torino, Duomo

psicologia psicoterapia
 
  psicologia
  psicoterapia
  che cosa é la mf
  é dedicata a
  quanto dura
  le sue regole
  il mediatore
  disagio dei figli
  consulenza familiare
  lo studio
  chi siamo
  contatti
  psicologia
l' autostima  
lo stress  
dimagrire, peso  
la fase edipica  
la donna isterica  
il narcisismo  
il carattere  
il complesso di inferiorità  
il senso di colpa  
identità e immagine  
bambini maschi  
bambine femmine  
egocentrismo  
la nevrosi  
l'allattamento  
bambini tutto cuore  
l'anoressia  
sovrappeso obesità  
la depressione  
la paura  
attacco di panico  
disturbi dissociativi  
coronavirus  
il sintomo  
la solitudine  
la realtà  
la saggezza  
l'anziano saggio  
la creatività  
sesso e sessualità  
perversioni sessuali  
maturità sessuale  
amori dolorosi  
il fallimento del matrimonio  
liti e conflitti  
il bambino libero  
l'educazione dei figli: si, no, devi  
la motivazione  
la mente umana  
sigmund freud  
lo sviluppo psicosessuale  
transfert e controtransfert  
i meccanismi di difesa dell'Io  
lo sviluppo psicosociale  
J. Bowlby teoria dell'attaccamento  
cervello e psicoterapia  
psicoterapia inferno paradiso  
* Bioenergetica *  
bioenergetica  
psicoterapia bioenergetica  
la sua storia  
psicoterapia corporea  
energia vitale  
grazia e bellezza  
grazia e bellezza dei bambini  
genitori adeguati  
giudicare i bambini  
nausea e cibo  
psiche e soma  
il grounding  
rabbia e collera  
blocchi e tensioni  
paura e rabbia  
amore e regole  
il cavalletto bio  
il corpo vibrante  
gli occhi e l'anima  
educazione vasino  
energia carattere  
illusione e realtà  
il piacere  
la malattia  
la libertà interiore  
psiche e soma  
classi di esercizi  
classi a milano  
le strutture caratteriali  
il carattere schizoide  
il carattere orale  
il carattere psicopatico  
il carattere masochista  
il carattere rigido  
il narcisismo patologico  
carattere e corpo  
la diagnosi  
corpo e psiche  
organizzazione personalità  
ideale illusione io  
psicoterapia, diffidenza e sessualità  
l'arte della psicoterapia  
proiezioni e psicoterapia  
SIAB nascita genitorialità  
Saper dire "No"  
.
















 
 

home> psicologia > creatività, pensiero creativo, un approccio creativo alla vita.

creatività, pensiero creativo,
un approccio creativo alla vita.

La persona creativa ha un'ampia visione del mondo. Non si sforza di risolvere nuovi problemi con antiche soluzioni, parte dal presupposto di non conoscere immediatamente le risposte, è disposta a pensare, ad attivare la sua funzione riflessiva. Affronta la vita con la curiosità e la spontaneità del bambino interiore, non ancora condizionato dall'ambiente a pensare ed essere in un certo modo. Una personalità rigidamente strutturata ha difficoltà a dimostrarsi creativa perché manca della libertà sufficiente per utilizzare anche la propria immaginazione nelle situazioni mutevoli della vita. Infatti, per essere creativi occorre avere immaginazione, a condizione che l'atto di immaginare non sia scardinato dalla realtà. I sogni a occhi aperti, le illusioni e le fantasie non sono espressioni creative, si tratta di immagini compensatorie lontane dalla realtà, che non potendo in nessun caso essere realizzate, lasciano l'individuo in uno stato di frustrazione. Il pensiero creativo scaturisce dall'accettazione e dal rispetto della realtà. Non ci si illude di poter trasformare la realtà conformandola ai propri desideri, ma ci si sforza di migliorare la comprensione per arricchire l'esperienza autentica della vita. L'impulso creativo è generato dalla libertà espressiva del bambino e si pone l'obiettivo di soddisfare i bisogni dell'adulto. La compenetrazione del realismo adulto e la capacità di immaginare tipica del bambino, è alla base di ogni atto creativo. L'abitudine cede il passo all'originalità.

Far crescere un bambino in una famiglia dove si senta amato e rispettato è un atto creativo. Per questo motivo non può essere attuato rispettando regole rigide. I genitori possono sintonizzarsi sul piccolo e comprendere il suo desiderio di piacere e il suo bisogno di esprimersi. Ma ci riescono a condizione di essersi liberati dai personali sensi di colpa verso il piacere e se sono in grado di esprimere i propri sentimenti con sincerità e apertura. Se un genitore si sente in colpa per il piacere, la sua indulgenza e disponibilità saranno seguite da un'ansietà, prontamente percepita dal figlio. Questo stato di ansia blocca il piccolo nell'esplorazione e nella gioia del piacere e lo farà diventare irrequieto e irritabile. Far crescere un bambino con amore e nel rispetto della sua individualità richiede un atteggiamento creativo da parte dei genitori. Significa che dovranno superare i modelli educativi utilizzati dai propri genitori e offrire fiducia al proprio reale sentire e al proprio stile di vita, libero dai condizionamenti rigidi del passato. Il rapporto con i figli per essere creativo e amorevole richiede sensibilità, immaginazione, consapevolezza (radicamento) e accettazione di sé, peculiarità che rappresentano la persona sana e creativa.

L'urgenza psicologica di porsi in modo creativo è impellente sia nel rapporto con i propri figli, sia in tutti i rapporti umani. Non è raro trovare simili limiti nell'ambito della sessualità, dove la moralità, quale eredità di un passato buio e triste, tende a rendere grigi i bellissimi colori della relazione tra persone che si amano. 

Come facciamo  a sapere se il nostro atteggiamento è creativo?
L'atteggiamento creativo non è scisso, ma integra gli aspetti opposti e i bisogni della personalità in un'unica espressione. Al contrario, l'atteggiamento distruttivo sgretola l'integrità della personalità contrapponendone i bisogni. Ad esempio, nonostante l'importanza del piacere, questo non può essere l'unico scopo della vita. Il piacere è collegato in modo inscindibile al conseguimento. Tuttavia, ci sono persone che avendo troppo investito per il conseguimento e per il successo, non possono godere del piacere e della gioia di vivere. L'equilibrio tra queste due forze richiede autodisciplina. La persona incapace di posporre la gratificazione immediata dei suoi desideri si trova nella condizione di un bambino: non costruisce nulla perché i piaceri ricercati hanno senso solo per la parte infantile di sé. Al contrario una persona centrata sul senso del dovere tende ad esagerare nel dedicare tempo ed energie al lavoro, a discapito delle ore di svago. Il lavoro rappresenterà un tiranno e in tutte le dittature non c'è gioia. Se non c'è piacere nel lavoro il risultato sarà un senso di frustrazione e non di gioia. In una prospettiva virtuosa le parti scisse della personalità potranno integrarsi (bambino - adulto) in modo che ad un maggiore piacere sia corrisposto un maggiore conseguimento, in equilibrio dinamico. In un individuo maturo e sano il bisogno di sicurezza e quello di sfida sono complementari.

L'individuo che accetta la sfida presente in ogni esplorazione attiva della vita si sente più al sicuro di chi si isola per evitare tale sfida. La funzione creativa degli aspetti antitetici della personalità non può essere il risultato di uno sforzo cosciente. L'atto della creazione è una funzione dell'inconscio. La mente cosciente riesce funzionare solamente tramite immagini che sono già presenti in essa. Per definizione l'atto creativo è la formazione di un immagine che esisteva precedentemente nella mente. Ciò non vuol dire che che la coscienza non svolga nessun ruolo nel processo creativo. Il problema viene sempre percepito consciamente, la soluzione mai. Se si conosce la risposta a un determinato problema si può stare dalla parte del giusto, ma la risposta giusta non è mai un atto creativo. L'approccio creativo alla vita è possibile soltanto per la persona che affonda le proprie radici negli strati inconsci della sua personalità.  (Alexander Lowen, Il piacere, Astrolabio, Roma, 1984, cap. XI° - pag. 205)



Dott. Cosimo Aruta
Psicologo, Psicoterapeuta, Analista Bioenergetico, Supervisore
Iscritto all'Ordine degli Psicologi della Lombardia con il n° 12147

Studio di psicologia, psicoterapia, consulenza di coppia, mediazione familiare a Milano

psicoterapia individuale - cura dell’ansia, della depressione, dello stress del disagio relazionale ed esistenziale

psicoterapia di coppia - meccanismi inconsci possono condizionare gioie, liti, conflitti, tradimenti e incomprensioni familiari

psicoterapia di gruppo - di analisi bioenergetica, la conduzione che si struttura anche attraverso il linguaggio del corpo

colloquio psicologico - è un incontro tra uno psicologo e una persona che lo contatta a causa di un malessere

ansia e attacchi di panico - la respirazione corta è condizionata da difese caratteriali per la sopravvivenza infantile

depressione, calo di energia - inchioda l'individuo, tristezza, sconforto, disagio, malinconia, si impossessano di lui

problemi caratteriali, relazionali - bisogno di intimità e auto espressione, paura che i due elementi possano escludersi


 

 



     

psicoterapia - sostegno psicologico - consulenza psicologica - colloquio psicologico - liti e conflitti - lo studio

P. Iva 11664040158 Dott. Cosimo Aruta, psicologo, psicoterapeuta, analista bioenergetico CBT, supervisore, mediatore familiare. Studio M.F. Via San Vincenzo 3 20123 Milano - cell. 347 2593935. Zona Corso Genova, Porta Genova, Piazza Cantore, Darsena, Navigli, XXIV Maggio, De Amicis, Sant'Ambrogio, Papiniano, Solari, Olona, Coni Zugna, Cesare Correnti, Piazza Vetra, Via Torino, Duomo. Zona Piazza Sant'ambrogio, Via Edmondo De Amicis, Via Carducci, Via San Vittore, Piazza Cadorna, Castello Sforzesco, Via Dante, Foro Buonaparte, Brera, Via Olona, Viale Papiniano, Via Coni Zugna, Via Foppa, Via Solari, Piazza Napoli, Via Washington, Via Buonarroti, Piazza Piemonte, Corso Vercelli, Piazza Baracca, Corso di Porta Vercellina, Via Boccaccio, Piazza Conciliazione, Corso Genova, Porta Genova, Via Cristoforo Colombo, Via Vigevano, Viale Gorizia, Darsena, Piazza XXIV Maggio, Corso di Porta Ticinese, Porta Ludovica, Colonne di San Lorenzo, Via Meda, Navigli, Alzaia Naviglio Grande, Alzaia Naviglio Pavese, Piazza Carrobbio, Via Torino, Piazza Duomo, Via Orefici, Corso Magenta, Via Boccaccio, Via Vincenzo Monti, Via Meravigli, Piazza Cordusio, Piazza Missori, Corso Italia, Corso di Porta Romana, Via Molino Delle Armi, Via Santa Sofia, Viale Gabriele D'Annunzio, Via San Damiano, Viale Beatrice D'Este, Corso Venezia, Corso Monforte, Via Senato, Piazza Cavour, Via Fatebenefratelli, Piazza Meda, Viale Bligny, Via Bocconi, Viale Beatrice D'Este, Viale Sabotino. Fermata metropolitana vicina/Fermate metropolitane vicine. Linea Rossa: De Angeli, Wagner, Pagano, Conciliazione, Cadorna, Cairoli, Cordusio, Duomo, San Babila, Porta Venezia. Linea Verde: Romolo, Porta Genova, Sant'Agostino, Sant'ambrogio, Cadorna, Lanza, Moscova. Linea Gialla: Porta Romana, Crocetta, Missori, Duomo, Montenapoleone, Turati, Repubblica. Linea Blu: Washington Bolivar, Foppa, Via San Michele Del Carso, Sant'ambrogio, De Amicis, Vetra, Santa Sofia, Sforza Policlinico, San Babila, Tricolore. Studio di psicologia, psicoterapia, consulenza di coppia. Psicologo a domicilio. A Milano psicologo a domicilio
Aut. Pubbl. Ordine degli Psicologi della Lombardia. rif. nr. 08/10756 - e-mail: **info@mediazionefamiliaremilano.it**   

I documenti contenuti in questo sito sono solo a livello informativo e non vanno intesi come sostituti di una visita specialistica